FANGOTERAPIA:

Il fango è una melma ipertermale o ipertermalizzata derivante dall'intima commistione di una componente solida (prevalentemente argilla) con una componente liquida (acqua minerale) ed utilizzato in terapia sotto forma di impacco. Il fango deve maturare per circa sei mesi/un anno in apposite vasche. Il fango viene uniformente distribuito sulla superfice cutanea della regione o delle regioni da trattare in uno spessore di circa 5-10 cm, alla termperatura di circa 40° C. Gli effetti biologici e terapeutici sono fondamentalmente riconducibili a: azioni antinfiammatoria, analgesica, miorilassante.



INDICAZIONI:

  • Osteoartrosi;
  • Reumatismi articolari ed extra-articolar;
  • Fibrosi di origine Reumatica-Fibromiositi
  • Cervicalgie-Lombalgie.


CONTROINDICAZIONI:

  • Epilessia;
  • Patologie cariovascolari;
  • Scompenso cardioco;
  • Insufficienza renale;
  • Fenomeni infiammatori in fase acuta;
  • Flebiti;
  • Insufficienze vascolari coronariche e cerebrali;
  • Ciclo mestruale;
  • Gravidanza.